venerdì 2 settembre 2016

Le letture di Mamma Avvocato: "Bassa stagione" di Jorn Lier Horst

D'estate non disdegno thriller e gialli.

Questa volta, la scelta è caduta su un autore norvegese, che è stato davvero poliziotto a Larvik, la cittadina dov'è ambienta i suoi romanzi, prima di dedicarsi alla scrittura a tempo pieno.

"Bassa stagione" di Jorn Lier Horst, ed. Rizzoli, 2015, pag. 316

 

Un fine settimana d'autunno, tra i cottage estivi di un luogo di villeggiatura affacciato sul mare della Norvegia, si scatena il male: omicidi e furti, in un intreccio che si svela a poco a poco, coinvolgendo stranieri e locali, persino la figlia dell'ispettore, William Wisting.

Un ispettore tranquillo ma preciso, che ispira simpatia, che non esita a mettere a rischio la sua vita per trovare i colpevoli e che non si è ancora arreso al cinismo, rifiutandosi di tracciare una linea di distinzione netta tra buoni e cattivi.

Io ho trovato molto interessanti anche alcune considerazioni dell'ispettore sull'aumento della criminalità nei paesi scandinavi (e non solo) a seguito dell'allargamento dell'Unione Europea a paesi molto più poveri della media e la descrizione, funzionale all'indagine, delle "rotte del crimine"

Di più non posso dire, per non rovinare una lettura che prende, piacevole e intricata, che consiglio agli amanti del genere e dei climi nordici.

E' questo il mio consiglio di lettura per il venerdì del libro.